COLPO DELLA STREGA: CHE COS’È E COME CURARLO

COLPO DELLA STREGA: CHE COS’È E COME CURARLO

COLPO DELLA STREGA.

 

Per “colpo della strega” non intendiamo una patologia specifica, ma una condizione in cui abbiamo una comparsa di un forte dolore acuto alla colonna, tale da impedirne i movimenti.
Di solito questo dolore insorge dopo attività normali, come raccogliere un oggetto da terra, allacciarsi le scarpe o portare le buste della spesa.

 

CAUSE

Una delle teorie sostiene che le articolazioni faccettarie, che si trovano nella parte posteriore delle vertebre, vadano “in blocco”, rendendo molto doloroso il ritorno in posizione eretta.
Eventualmente anche movimenti ripetuti in flessione, praticando sport, possono contribuire alla comparsa di questi episodi acuti.

 

COME SI PRESENTA

La sintomatologia si protrae di solito per alcuni giorni e la persona che ne soffre deve ricorrere a dei farmaci antidolorifici per poter stare meglio.

I sintomi principali sono:

• dolore localizzato su un lato della colonna, che può estendersi fino al gluteo e alla gamba.
• forte e improvviso dolore nel ritorno da una posizione piegata.
• difficoltà a mantenere la schiena dritta, con la tendenza a stare piegati.
• nessun sintomo neurologico ( es. perdita di forza o di sensibilità).

 

COSA FARE NELL’IMMEDIATO?

Se dovessi capitarti si soffrire del colpo della strega, ricordati alcune cose:

non cedere al panico! Stai tranquillo, cerca la tua posizione di comfort da sdraiato e aspetta qualche minuto.

contatta il tuo medico di base o il tuo fisioterapista di fiducia: il primo potrà visitarti e, nel caso, assegnarti una copertura farmacologica. Il secondo, oltre a trattarti, saprà darti dei consigli su come accelerare i tempi di guarigione.

Muoviti: è oramai assodato da numerosi studi che il riposo completo, in questi casi, sia controproducente e allunghi i tempi di guarigione. Sempre rispettando il tuo dolore cerca di muoverti e di svolgere le tue attività quotidiane. In questo caso il tuo fisioterapista potrà darti molti consigli utili per adattare le attività e per suggerirti esercizi per ripartire.

Esegui con costanza il ciclo fisioterapico e una volta superata la condizione, pianifica delle sedute di mantenimento con il tuo fisioterapista, almeno un paio. Solitamente sono più dilatate nel tempo rispetto a quelle del periodo di cura, (circa 1 ogni 30 giorni) ma saranno necessarie per monitorare la tua condizione e mantenere un buono stato di salute. E se dovessi pensare che è solo uno speco di tempo e di soldi, ti invito a pensare: quanto tempo e quanti soldi spenderesti se ti bloccassi nuovamente con la schiena? La risposta già la sai 😉

 

COME PUÒ AIUTARTI LA FISIOTERAPIA?

Primo step: fase acuta

Terapia fisica in fase acuta.
In questa fase l’obiettivo è la riduzione del dolore. Trovano applicazione le tecniche passive, come le mobilizzazioni articolari, le manipolazioni vertebrali e l’utilizzo di mezzi fisici ad alta tecnologia (come tecar, laser e tens). Altrettanto fondamentale, in questa fase, è rassicurare il paziente e fornire indicazioni utili al mantenimento delle sue attività quotidiane.

Secondo step: fase di recupero

Mobilizzazione vertebrale nella fase di recupero.
Appena il dolore acuto si risolve, o diventa facilmente tollerabile dal paziente, si inizia con la fase di recupero, ovvero vengono gradualmente inserite nel trattamento sia tecniche manuali più avanzate , sia esercizi a basso carico la cui difficoltà verrà progressivamente aumentata.

Terzo step: stabilizzazione e performance

Rinforzo della muscolatura durante la fase di stabilizzazione.
Il questa fase il dolore è praticamente sparito e, assieme al paziente, si eseguono esercizi ad alto carico, in posizioni funzionali alle sue attività per restituire forza e sicurezza nei movimenti in cui il dolore era insorto.
Alla fine del ciclo fisioterapico si discute col paziente su quali aspetti del suo stile di vita possono essere migliorati per evitare un eventuale nuovo episodio.

Ti è mai capitato di soffrire di questo disturbo?
Vuoi consigli utili su come prevenire e trattare il colpo della strega?
Contattami e prendi un appuntamento!

Per maggiori informazioni sul colpo della strega, visita:
https://www.fisioterapiaitalia.com/patologie/lombare/il-colpo-della-strega/

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Risolvi il tuo problema
Scrivimi su WhatsApp